Dolcetto o scherzetto?

"O mi dai un buon dolcetto, o ti becchi uno scherzetto! Devi fare questa scelta muoviti, su, fai alla svelta! Non hai tempo di pensare sono qui per spaventare chi i dolcetti non mi dà prima o poi si pentirà!"

by Ingrid Moro • News

Sta arrivando la notte di Halloween, preparate le zucche intagliate ed illuminate da mettere fuori dalla porta, pensate al trucco più spaventoso da sfoggiare ed iniziate a preparare il cesto con i tanti dolcetti o … scherzetti!
Nonostante non sia parte delle nostre tradizioni ed usanze, questa festività ormai è sempre più accolta ed amata anche da noi italiani, soprattutto dai piccoli della famiglia.
Proprio su questo mi voglio soffermare, un Halloween Party a misura di bambino ed anche di budget.

Come la tradizione vuole, alla festa possono partecipare solo le persone invitate. Sono quindi necessari i biglietti di invito che dovranno essere consegnati personalmente. Utilizzate cartoncino nero, giallo, arancio, applicazioni, matita, forbici, colla in stick, qualche filo di rafia. Disegnate streghe, zucche, fantasmi, ragni, pipistrelli, bare, ritagliate ed in una busta rossa, arancione o nera mettete il vostro terrificante invito per farlo arrivare a destinazione!

Addobbate la tavola con tovaglia di carta o stoffa nera e tovaglioli arancio, mentre con del cartoncino create tovagliette all’americana magari a forma di pipistrello su cui metterete dei piatti gialli. Non fate mancare candele viola e zucchette che potrete mettere come decorazioni non solo sulla tavola ma anche in giro per la casa insieme a ragni sparpagliati,  scheletri penzolanti e streghe.

Non sottovalutate nemmeno la cucina, ed utilizzate cibi semplici come uova, olive, pomodori, gamberetti, marzapane, mandorle per creare un menù mostruoso a base di “occhi di corvo”, “cuore di strega con vermi”, “dita da vampiro”.  E ancora, pizzette con gli occhi, guacamole verdissimo con fagioli neri, wurstel “mummificati” e tartine fantasma.
Da bere create cocktail, analcolici ovviamente, colorati di verde, rosso, nero, che richiamino veleni e sangue!
Versate del succo di mela invaso da piccoli vermetti (di caramella), cubetti di ghiaccio con una pupilla (finta) che vi spia, avvolgete le bottiglie in garze mediche e ragnatele e scrivete sulle etichette: veleno.
Non fate mancare una torta,  da realizzare con panna e marshmallow, e delle mele “velenose” e candite! Cioccolata, succo d’amarena, e per quelli più grandicelli caffè nero: ogni cibo può avere forme e colori spaventosi con un po’ di fantasia.
#ILoveDay

 

 

Siete pronti per il vostro matrimonio?

Contattami per avere consigli, idee o richiedere ulteriori informazioni sui miei servizi.